FantogameFantoStorieFantoBarzellette

Le mie storie



Numero pezzo


L'ultimo pezzo della storia è il numero 10714





cliccare sulla riga, se selezionabile, per vedere altre storie che modificano la trama in quel punto;
se non è selezionabile, non ci sono storie che modificano la trama in quel punto.



Ultime Storie Inserite
C'era una volta
l'inferno.
Sta entrando una dannata:
scalza
coperta da stracci
senza gioielli,
si sta dirigendo alla macchina dei peccati
Che ha la forma di:
Forno per pizze
si presentano una coppia di fidanzati adolescenti,
ordineranno una pizza a testa
la ragazza è vestita in tonaca da suora
il ragazzo in saio da frate
sanno che sarà l'ultima volta che mangeranno insieme ,
mangeranno la pizza molto lentamente; e dopo loro baceranno sé stessi solo una volta.
la ragazza ha già fatto voto di castità e povertà e obbedienza. il ragazzo le pagherà la pizza e la cola
il ragazzo l'ha vista prendere i voti perpetui già vestito in saio
sono entrambi scalzi
per prendere i voti perpetui la ragazza si sdraia a terra
a faccia in giù
la nuova suora consegnerà il cellulare alla superiora
che lo sigillerà e lo porterà nella cesta delle rinunce
poi le verranno tagliati i capelli mentre sarà inginocchiata a terra.
Durante la loro pizzata si diranno, per primo il ragazzo e poi la ragazza:
- Amore rivedrai tua mamma?
- si sarà lei che mi controllerà
- è vestita in tonaca da suora?
- certo!
- scalza?
- sì, sì
- di che colore porta la tonaca?
- nera come me!
- tu sei con la cintura di castità?
- sì, sì
- ami più me o più il crocifisso?
- amerei te, ma ormai la mia vita è il crocifisso
- verrai crocifissa?
- sì, sì
- cosa ne hai fatto della borsetta
- sigillata
- sei pentita?
- sì, sì
- ti piace entrare in convento?
- no no
- allora perché lo fai?
- punizione
- ci rivedremo al giudizio universale?
- no mai più!
- e il giudizio universale?
- noi monache lo subiamo nel monastero!
- cosa succede se evadi?
- dovrò entrare in una torre d'isolamento
- insieme a me?
- no sola
- posso venirti a trovare nel monastero?
- no, dai non tentarmi per piacere?
- posso?
- si puoi
- una grata ci dividerà
- sì, per sempre
- vivrò vicino al monastero: in un monolocale
- mi donerai dei soldi quando mi faccio monaca?
- sì, sì
- saranno tuoi?
- no, verranno gestiti dalla badessa.
- perché?
- ho fatto voto anche di povertà.
- hai fatto voto di clausura?
- sì, sì. clausura stretta. non posso uscire ne dalla clausura ne dal convento.
- in Quaresima puoi uscire dal convento?
- no, e il venerdì santo nemmeno dalla mia cella.
- la cella ha un letto?
- no, ha un asse di legno, come chiesto da me.
- perché hai chiesto un asse di legno?
- per penitenza, rispetto per i miei peccati.
- è comodo, ti piace?
- non è per niente comodo, ma mi piace fare questa penitenza?
- cosa ci guadagni?
- fisicamente niente, solo dolore ma mi piace essere punita in questo modo.
- te lo meriti vero?
- si certo.
- indosserai ancora un abito bianco da sposa? Si, quando mi
sposerò con lei in segno di accettazione della colpa e della relativa pena.
- ti sposerai in tacchi?
- no. Scalza, come simbolo delle 2 P (povertà e punizione).
- Amore posso baciarti?
- NO i miei voti si sono subito attivati.
- perché sei uscita allora?
- per salutarti l'ultima volta
- Vorresti sentirmi ancora.
- Sì, ma non potrà più
- Finirai in una torre d'isolamento?
- sì, sì, credo di sì. anzi sicuramente
- Perché. un giorno e evaderò e mi toccherà entrare in torre.
- Dopo essere evasa. chi ti catturerà.
- nessuna ritornerà al convento e dirà. anzi dovrà dire:
- mi consegno al convento. sono pronta a patire la mia pena eterna.
- ci sono speranze che ti annullino la pena. poche. ma se me l'annullano. chiederà io stessa di andare in torre. devo essere io la prima a castigare me stessa. quando evaderò.
- l'evadere è il più grave peccato che puoi commettere.
- no. il più grave peccato è baciarti. dopo c'è l'evasione
- se mi baci ora cosa succede?
- mi devo costituire entrare in torre?
- chi ti porta in torre?
- mia madre!
- descrivimi la tua cella che avrai in torre?
- spoglia, asse di legno come letto, crocefisso e basta?
- non avrai l'inginocchiatoio?
- no! mi dovrò inginocchiare a terra
- in torre ci andrai in sandali?
- no scalza, anche mamma deve essere scalza.
- chiesto da te?
- no da entrambe
- puoi indossare gioielli?
- no. nemmeno venire incatenata
- indosserai mai la corona di spine?
- si verso la torre. la dovrò indossare
- dovrai anche chinarti?
- sì, dovrò abbassare la schiena fino al livello della vita e passare sotto le forche caudine?
- ti è stato imposto?
- no scelto da me come pena di non aver rispettato i miei voti eterni.
Alla fine della cena. i 2 si salutano con un bacio e. la ragazza peccando. se ne va in torre come descritto al suo ragazzo.
Prima però passa dal convento e al suo ingresso dice:
- Mamma, Superiora, dobbiamo parlare!!
lei, La mamma, e la superiora, vanno nell'ufficio della superiora.
la superiora chiede a lei:
- dimmi; suor Claudia cosa devi dirmi?
Claudia sospira e dice:
- Ho peccato e devo essere punita!
- Vuoi un'altra possibilità? - risponde la superiora.
- no devo essere punita. torre. devo andare in torre!
- sei sicura; dopo non puoi più tirarti indietro. sicura!
- Mamma. scusa non ci vedremo più.
- sarà dura. ma lo dovremo sopportare- replica la mamma
sul tavolo dell'ufficio c'è un cesto di mele maledette.
la mamma dice a Claudia. devi mordere una mela.
dopo anche sua mamma ne mangia una;
passano insieme sotto le forche.
e entrano in 2 torri diverse
sia Claudia che sua Mamma. si chiudono da sole.
alle torri sono andate scalze e in tonaca da suora. e il crocefisso al collo.
corona di spine in testa.
dopo essersi chiuse dentro a chiave si inginocchiano a terra alla croce e fanno voto di non alzarsi più.
La mamma lo rispettò per sempre.
La figlia lo rispettò fino al momento che il ragazzo andò a trovarla in cella e la fece evadere.
Dopo aver saputo che la figlia è evasa la mamma chiede a Dio di perdonarla;
Lo chiederà a DIO ogni giorno per l'eternità 
una volta evasa. torna al convento e chiede che sua mamma la controlli per sempre a vista
la controllerà in torre
×

Fantostorie.it