FantogameFantoStorieFantoBarzellette

Le mie storie



Numero pezzo


L'ultimo pezzo della storia è il numero 11105





cliccare sulla riga, se selezionabile, per vedere altre storie che modificano la trama in quel punto;
se non è selezionabile, non ci sono storie che modificano la trama in quel punto.



Ultime Storie Inserite
C'era una volta
l'inferno.
Sta entrando una dannata:
scalza
coperta da stracci
senza gioielli,
si sta dirigendo alla macchina dei peccati
Che ha la forma di:
Dadi da gioco
viene condannata una ragazza di 20 anni e il suo ragazzo di 23 anni colpevoli di aver perso tutto al casinò, e quindi di essersi gettati insieme nel lago della città del casinò, avendo perso tutto erano rimasti nudi senza biglietto del treno e senza auto, persi anche quelli.
la mamma della ragazza si tolse la vita davanti alla cassa della figlia.
arriverà all'inferno insieme ai ragazzi, li vide nudi e chiese:
- perché siete nudi?
- abbiamo perso tutto e per ora abbiamo solo questo vestito di pelle; mamma tu sei scalza?
- si. per essermi tolta la vita, lo sarà per sempre.
- lo saremo anche noi?
- sì, per sempre. piccoli suicidi.
- credi che ci potremo coprire?
- sì, con semplici tuniche.
- la sposa partorirà una figlia e a 5 anni la mamma la fa entrare nel regno della penitenza in cui è rinchiusa insieme alla nonna e al padre dicendo:
- piccola ora anche tu sei condannata a soffrire, e anche i tuoi piedi devono essere nudi per toccare il suolo, togliti i sandali e buttali via, sono belli ma devi separartene.
- non voglio farlo. - dice la piccola.
- fallo peccatricetta.
(la piccola pesta i piedi)
- non lo faccio.
- vuoi che ti punisco dice la mamma im modo severo.
- fallo, puniscimi - dice la piccola in segno di sfida.
- a digiuno per 1 mese.
- puniscimi ancora.
- in ginocchio sui ceci.
- ancora.
- verremo bruciate vive al palo.
- verremo. perché verrai bruciata anche te.
- non ti ho educata bene...(sospira) e ora mi merito questo.
a questo punto la piccola butta i suoi bei sandali nel fuoco e si consegna, insieme alla mamma, alla consegna dell'anello alla caviglia. che non si potranno più togliere fino al rogo che avverrà il 15 maggio dell'anno seguente. come chiesto dalla mamma.
×

Fantostorie.it